sintesi, perchè siamo alla Sintesi nome proprio di persona.

In Italia c’è sempre stato il bipolarismo e anche il bipartitismo, anzi, oltre. L’Italia ha sempre avuto uno ‘stato’ ( nel senso di ‘stato’ non di ‘governo’, attenzione ) stabile e monolitico, inamovibile e fatale in quanto supportato da due ‘chiese’ e da due ‘appartenenze’ fideistiche statiche, stabili, monolitiche e inamovibili, l’una contro l’altra armate per finta, l’una che sosteneva l’altra per davvero, con le chiacchiere e con e armi, con la trista commedia degliequivoci per cui quello che pareva opposizione era spartizione del controllo sociale e politico, quello che pareva contestazione era benedizione e sostegno del contestato. Una farsa, e se ci penso mi vengono a mente quelle commedie di feydeau in cui si aprono continuamente le porte e entra uno e dice una cosa e poi esce e entra un altro che finge l’ira e sull’equivoco esce di scena sbattendola, e poi nessuno sa più dove comincia l’equivoco ma si gigioneggia assai. L’Italia ha avuto lo stato più forte d’europa, garantito da una serie di equivoci e imbrogli e pettegolezzi e chiacchiere, erano i governi che giocavano il gioco delle parti, ma lo ‘stato’ no, quello ( nel male e nel male) è sempre rimasto lo stesso e lo stesso è, monolitico, inamovibile, funzionale, utile a garantire la fatale inadempienza democratica di un paese che non riesce a comprendere la differenza tra ‘stato’ e ‘governo’ e che non riesce a penetrare nella malattia che rappresenta quello ‘stato’ nato malato, e si attacca alla governabilità, confondendo, farneticando, imbrogliando alla ricerca di un paio di nuove chiese cui affidare il monolite e la sua crudele missione, non permetterci mai di diventate ‘cittadini’ e restate sempre ‘fedeli’, confusi e imbrogliati in discussioni arcane…(segue, quando ne ho voglia. ) Roberta Anguillesi.

Annunci

jobs act ?

Resisto, resisto e resisto poi mi tocca di dirlo…perchè è più forte di me, perchè sarebbe disonesto tacere per quanto sia questione unica tra me e me, poichè non ho nessuno da educare, nessuno da istruire, nessuno da trascinare e nessuno da conquistare. Non ho neppure niente da perdere o da guadagnare, quindi il mio è solo l’assolvere a un imperativo interiore, che nulla ha la pretesa di cambiare. Bene, il jobs act, e lo dice anche la scelta semantica postmoderna del nome, è una cacata pazzesca, è un intingolo, un intruglio una casetta costruita sulla sabbia, un imbroglio, una suggestione, una banale, ma tanto banale e disperata, trovatina da bassissimo impero. Allora, il governo renzi si è arrogato, con il plauso di tutto il parlamento (e di tanti tanti ma tanti cittadini) escluso quelli che non avevano capito, il diritto-dovere di riportare questo paese sulla retta via dell’indignazione, del consenso, della polemica, della chiacchiera da bar di ogni tipo genere e grado. Non cambierà nulla, nulla di nulla, nè nel bene nè nel male, nulla. Allora, perchè discuterne? (quanto poi alla questione presidente della Repubblica, quella proprio è irricevibile da chiunque abbia speranza di mantenere il cervello ‘vegeto’ in questa palude di deja, ma deja deja, vu). Roberta Anguillesi.

22 gennaio 2014

E’ un meccanismo rodato: più sei nella merda più credi alle soluzioni salvifiche ‘semplici’. Ovvero è tipico del mago o del miracolatore promettere totale e completa guarigione o salvazione magari attraverso un rito che per quanto sia assolutamente privo di senso, appare di sicuro esito e di certa salvazione. Il magheggio può durare anche anni e anni, secoli, millenni,sempre lo stesso e sempre che si riesca a tenere viva la certezza che alla fine il risultato sarà riscatto esoluzione totali e eterni. Ecco la vicenda delle riforme, in particolare quella elettorale, è ormai diventata una simile pratica, uguale a quelle in uso presso unti e bisunti,santoni, patroni e negromanti fin dall’inizio dei tempi. Ma bisogna saperci fare, bisogna conoscere bene il rito e saper che non si può andare a gingillarsi nei salotti e alle quadriglie mentre tre volte miagola la gatta in fregola, e tre volte l’upupa lamenta e ulula, perchè bolle e bolle il pentolone e è meglio tenerlo d’occhio, o Bolli… bolli, gli spiriti, neri o candidi, rossi o turchini potrebbero rimescere da soli, loro che rimescere ben sanno….