San Benaltrismo da Confuso mi perdoni…ma c’è un limite…

Lo so, non fa molto ‘intellighenzia’ parlare del blog-e magog di Beppe Grillo, i problemi sono altri e altri sono i temi, la fame nel mondo, il femminicidio , la sobrietà nei costumi e nell’aspetto e, ma proprio per eccesso di zelo, l’orribile piaga delle mafie.

Eppure quando quasi di nascosto, spiando che nessuno ti veda, arrivi a quel lido, è difficile uscirne con una d’alemiana alzata di ciglia e di spalla, e magari ti incazzi anche, con un filino di senso di colpa, ma ti incazzi.

Testuale “Ora tocca ad altre due cariche, la presidenza del Consiglio e quella della Repubblica, fondamentale per il futuro dell’Italia. Il presidente della Repubblica rimane infatti in carica per sette anni (travalica le legislature) con poteri da monarca.
Il candidato di pdl e di parte (gran parte?) del pdmenoelle è Massimo D’Alema. Non è ufficiale e nemmeno ufficioso, ma è molto plausibile. Non ci credete? Non ci credevo neppure io. Super Maxipoteri a D’Alema?
L’articolo 87 della Costituzione dà al presidente il comando delle Forze armate, di presiedere il Consiglio Superiore della Magistratura (anche da articolo 104), di concedere la grazia e di commutare le pene. L’articolo 88 gli consente di sciogliere le Camere. Grazie all’articolo 90 non è responsabile di atti compiuti durante le sue funzioni, tranne che per alto tradimento o attentato alla Costituzione. Può eleggere cinque senatori a vita e alterare la volontà delle urne. Per l’articolo 92 nomina il presidente del Consiglio. In virtù dell’articolo 126 può sciogliere il Consiglio regionale e rimuovere il Presidente della Giunta. Può inoltre nominare un terzo della Corte Costituzionale (articolo 135). Infine, per l’articolo 278 a norma di codice penale è comparabile a un’entità ultraterrena “Chiunque offenda l’onore o il prestigio del Presidente della Repubblica è punito con la reclusione da uno a cinque anni“.” (beppegrillo.it Postato il 17 Marzo 2013 alle 13,10)

danza-macabraUna montagna di sciocchezze, lo so. Solo una montagna di sciocche, inoffensive (?) bugie destinate a lasciare il tempo che trovano, lo so. Lo so?

So perfettamente che gli ottomilioni di italiani che hanno votato m5s lo hanno fatto per pura protesta, per rabbia, per sconforto, per senso di impotenza, per ignoranza e per imbecillità politica.

Lo so che è tutto uno scherzone, una zingarata che ha un pò preso la mano, e  che in realtà grillo è solo un comico prestato alla politica, un buffone che il sistema ha preso in leasing per conservare se stesso.

So tutto, ma so anche che questo paese non è mai nato, questo popolo non è mai cresciuto, questo paese è rimasto il pantano che è grazie a una infinita serie di boutade, di burle epocali, di bagatelle innocenti, di giochi di simulazione e di ruolo, leggeri come l’aria e pesanti come il tempo che non si è riusciti mai ad ingannare e che ci ha sepolto in questa montagna immoto sterco.

Ma ora basta. Ora io voglio sapere dove sono tutti quei caravanserragli della Costituzione ? dove sono tutti quelli che la sventolavano e la brandivano come il vangelo contro Legione ?  e quelli che parevano la piazza, la rivoluzione civile della società civile, ora dove sono?

Forse dove erano nel 1994, a sopravvalutarsi, a esagerare o sminuire i pericoli senza fare un piffero per tentare di capirli e contrastarli nel merito e nel metodo.

Credo proprio di si, che siano tutti li come allora, terrorizzati, proni ed inadatti ma pronti a legittimare un altro dimonio per poi ricominciare con le processioni e gli esorcismi, e riconquistare un pubblico, uguale a quello di prima, che li segua contro al muro che essi stessi hanno contribuito ad edificare, saecula saeculorum….

Annunci